Cerca

Mutamenti presenta IL PIU’ GRANDE DEL MONDO

IL PIU’ GRANDE DEL MONDO, l’ultima produzione di Mutamenti/Teatro Civico 14, debutta in anteprima il 26 marzo per i bambini della Scuola Dante Alighieri di Caserta.

250 studenti delle scuole medie assisteranno alla prima dello spettacolo sulla vita di Arpad Weisz, allenatore ebreo di origine ungherese tra i più apprezzati in Europa negli anni 30 del 1900, prima di essere deportato, come la moglie e i 2 figli, ad Auschwitz.

Lo spettacolo nasce con l’ intento di ricordare una delle figure meno conosciute della storia del calcio, soprattutto di quello italiano.

Weisz, infatti, guidò l’Ambrosiana (oggi Inter) nella vittoria del titolo italiano nella stagione 1929-1930, diventando il primo e più giovane allenatore vincitore di uno scudetto nell’ era del girone unico.

Negli anni successivi allenò il Bari, il Novara e poi il Bologna, con il quale raggiunse un altro successo straordinario: la vittoria del Torneo dell’Esposizione Universale di Parigi del 1937 contro i maestri del calcio del Chelsea.

“Fatto sta che di Weisz, a sessant’anni dalla morte, si era perduta ogni traccia. Eppure aveva vinto più di tutti nella sua epoca, un’epoca gloriosa del pallone, aveva conquistato scudetti e coppe. Ben più di tecnici tanto acclamati oggi. […] Sarebbe immaginabile che qualcuno di loro scomparisse di colpo? A lui è successo.”  (Matteo Marani, Dallo scudetto ad Auschwitz)

Lo spettacolo, firmato da Rosario Lerro (per la prima volta alla regia di un monologo), andrà in scena al Teatro Civico 14 venerdì 04, sabato 05 e domenica 06 aprile per la stagione teatrale 2013/2014.

 

Per maggiori informazioni sullo spettacolo clicca qui.