Voce

Testo recitazione e regia Paolo Musìo
Ideazione scenica Thorsten Kirchhoff
Suoni Bruno Franceschini

Uno spazio mentale. Un paesaggio in continuo mutamento.  Il testo Voce è una macchina che stritola la sua vittima, un personaggio alle prese con il caos della memoria in tempi di vitalità mortificata. L’azione, sospesa, si svolge in un presente inafferrabile in cui l’io, fuori dai confini della storia individuale, dalla piccola biografia dell’autore, si perde e si ritrova infinitamente riflesso. Il lavoro si avvale dell’ideazione scenica di Thorsten Kirchhoff, artista danese tra i tre chiamati a rappresentare la Danimarca alla prossima biennale di Pechino.  Il suo intervento, lontano da ogni intento scenografico, indirizza fortemente la performance sul piano dell’arte visiva contemporanea. Voce è il primo passo del progetto Idiot, che intende lanciare temi di lavoro e di confronto sulla contemporaneità ad artisti ed operatori culturali di ambiti diversi. Idiot è anche un nuovo spazio polivalente a Torino, nel quartiere di Porta Palazzo.

Voce

Date:
Dal 25/02/2013
al 25/02/2013
Giorni e orari spettacolo:
1