Lo spazio delle relazioni

progetto e coreografia Riccardo Fusiello

con la collaborazione artistica di Agostino Riola

produzione SONENALÉ

residenze coreografiche Aarhus Performing Arts Centre (Danimarca)

con il sostegno di ETRE Lombardia

esperimenti coreografici Palazzo Tupputi Laboratorio Urbano (Bisceglie), Teatro Civico 14 (Caserta)

EVENTO /RELAZIONI (fuori abbonamento)

biglietto unico 10€

LO SPAZIO DELLE RELAZIONI è un esperimento coreografico che coinvolge dieci persone di diverse età e provenienza selezionate ad hoc e che dà vita ad una vera e propria performance.

I partecipanti hanno ricevuto delle ‘istruzioni’, appreso le ‘regole del gioco’ ma non sanno cosa succederà e in scena reagiranno agli stimoli del coreografo usando prevalentemente il loro corpo.

Una sorta di format di spettacolo, che cambia ad ogni replica perché cambiano le persone coinvolte, creato per indagare lo spazio tra i corpi e la sua densità emotiva nelle relazioni umane.

Quali sono gli spazi della relazione?

Cosa li attraversa?

Cosa differenzia una relazione dall’altra?

Il progetto nasce nel 2014 in occasione della residenza artistica di Riccardo Fusiello, sostenuta dal progetto CAST AWAY di ETRE Lombardia, presso Aarhus Performing Arts Centre in Danimarca e si sviluppa successivamente con due esperimenti coreografici tenutisi nel 2016 al Laboratorio Urbano-Palazzo Tupputi di Bisceglie e al Teatro Civico 14 di Caserta. L’indagine coreografica debutta ad aprile 2017 nell’ambito della Rassegna Prospettiva Nevskji del SistemaGaribaldi di Bisceglie e del Teatro Pubblico Pugliese.

“ In questa ricerca coreografica mi interessa indagare le relazioni che si creano tra le persone, non soffermandomi sui rapporti interpersonali, ma usando questi per analizzare appunto “la consistenza” dello spazio tra le persone ovvero tra i loro corpi. Questo spazio tra una persona e l’altra, che ad occhio umano è vuoto, con una attenzione più profonda si percepirà densa e più o meno attraversata da legami.

E’ come se ci servissimo dei corpi per evidenziare in negativo lo spazio che si viene a creare, come fosse un elemento a sé, una realtà sostanziale della relazione perché latrice di significati.

Il lavoro prende spunto anche dagli studi dell’antropologo americano Edward Hall sulla correlazione tra distanza relazionale e distanza fisica pubblicati nel testo ‘La dimensione nascosta’.

Per indagare questo tema ho scelto di creare un FORMAT di spettacolo ovvero una struttura come fosse un grande gioco con regole ben definite a cui partecipano, ad ogni replica, persone a cui non è richiesta alcuna particolare capacità.

Una sorta di esperimento che coinvolge ogni volta persone diverse che ogni sera danno vita ad uno spettacolo differente. La performance infatti ha una struttura con delle parti “fisse” e altre “aperte” legate all’improvvisazione e alla reazione delle persone in scena ai diversi stimoli cui sono sottoposte: indicazioni del coreografo, musiche, luci, etc..

L’idea del FORMAT nasce dal desiderio di mettermi in gioco come coreografo, mettendomi in ascolto delle risposte che arriveranno.

La scelta di lavorare con non professionisti è stata dettata dalla volontà di vedere quali sarebbero state le reazioni di persone non abituate a lavorare col proprio corpo, la loro ‘spontaneità’, la capacità di mettersi in gioco e meravigliarsi del loro corpo.

In questo modo mi auguro di favorire anche il processo di identificazione del pubblico con i ‘performer’ in scena. Il pubblico potrà proiettarsi in quello che vede, rispecchiarsi nelle persone in scena anche fisicamente per le loro qualità motorie, chiedersi cosa e come avrebbe risposto al posto loro e magari acquisire una maggiore consapevolezza delle dinamiche che regolano i nostri corpi nelle relazioni che viviamo ogni giorno.

…Ci sono persone con cui parli e che vedi e che tocchi e che stringi, altre che sfiori, altre che spingi. E tu sei tu perchè sei un po’ di ognuna…”

Riccardo Fusiello

 

> biografie

SONENALE’ è una compagnia di teatrodanza nata nel 2012 e diretta da Riccardo Fusiello – danzatore e coreografo e Agostino Riola – performer e regista. La collaborazione tra i due inizia nel 2008 in occasione dello spettacolo Il Signor P, prodotto dal Festival Internazionale Castel dei Mondi di Andria, di cui Riccardo Fusiello è coreografo e Agostino Riola è interprete. Prosegue nel 2009 quando Agostino Riola è uno dei danzatori di depende, coreografia di Riccardo Fusiello, selezionato per la Vetrina della Giovane Danza d’Autore – Anticorpi XL (Ravenna). Nel 2010 ideano Your Happy Sad Songs, un progetto liberamente ispirato alla figura di Federico García Lorca in tre parti. La prima tappa, I WANNA, debutta nel settembre 2010 alla Vetrina della Giovane Danza d’Autore – Festival Ammutinamenti (Ravenna) e viene selezionata e promossa da Anticorpi XL – network della giovane danza d’autore. La seconda tappa, Play, vince il bando di residenza ‘ Presenta tu proyecto’ del Centro Danza Canal di Madrid e ottiene il sostegno del progetto per la mobilità internazionale degli artisti DE. MO. / Movin’Up 2011 a cura di GAI – Giovani Artisti Italiani e MiBACT – Ministero Beni e Attività Culturali. Realizzata anche con il sostegno di Mosaico Danza (Torino), Play debutta a Teatri di Vita (Bologna) nel maggio 2012. La terza e ultima tappa, forEVER, realizzata in residenza presso Dance_B (Milano) e Studio 28 (Milano) debutta nel giugno 2013 all’ E45 Napoli Fringe Festival del Napoli Teatro Festival Italia, che ha selezionato e coprodotto tutto il progetto Your Happy Sad Songs. Il progetto Lo Spazio delle Relazioni, ideato da Riccardo Fusiello, è stato selezionato dal progetto ‘CAST AWAY’ promosso da ETRE per una residenza creativa da gennaio a marzo 2014 presso Aarhus Performing Arts Centre (Danimarca). A novembre 2015 SONENALE’ trasferisce la propria sede a Bisceglie in Puglia. Nella stagione 2015/2016 è in residenza presso Palazzo Tupputi – Laboratorio Urbano di Bisceglie. Dal 2016 la compagnia collabora con Libero Corpo, progetto di formazione professionale coreutica a cura di Teatro Garibaldi di Bisceglie, Compagnia Menhir e Teatro Pubblico Pugliese.

Riccardo Fusiello (Molfetta, 1979), danzatore e coreografo

Laureato in lettere moderne nel 2003, consegue il diploma come coreografo e danzatore presso l’Atelier di Teatrodanza della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 2005. Si perfeziona a Berlino (presso Labor Gras, Dock 11 e Tanzfabrik) dove nel dicembre 2006 prende parte allo spettacolo Table me, selezionato al premio internazionale NO BALLET tenutosi a marzo 2007 a Ludwigshafen. Inoltre si forma con Elisa Barucchieri, Susanne Linke, Reinhild Hoffman, Maria Consagra, Ariella Vidach, Susanna Beltrami, Jeremy Nelson, DV8, Carolyn Carlson. E’ stato assistente coreografo di Cesc Gelabert per lo spettacolo Il futuro è in ritardo. Ha realizzato gli spettacoli Così solido da sprofondarci dentro (2005) e Il signor P. (2008) per il Festival Internazionale CASTEL DEI MONDI di Andria (BT). E’ stato selezionato, nel 2014, da ETRE per una residenza creativa presso Aarhus Arts Centre (Danimarca). Come danzatore ha lavorato con Shen Wei Dance Arts, Giovanni Di Cicco, Marta Bevilacqua, Serena Marossi. Ha insegnato, tra l’altro, danza contemporanea al Corso Propedeutico d’Arte Drammatica del Teatro Litta di Milano, conduce i laboratori di teatrodanza per adulti e percorsi di danza creativa per bambini.

Agostino Riola (Capua, 1979), performer e regista

Inizia la sua formazione teatrale al Laboratorio Permanente (2000-2002) diretto da Onorevole Teatro Casertano / Teatri Uniti al Teatro Garibaldi di S. Maria C.V. e prosegue frequentando il Corso Propedeutico d’Arte Drammatica (2004 – 2007) diretto da Carmelo Rifici al Teatro Litta di Milano. Ha studiato danza contemporanea con importanti maestri in Italia e Europa (tra gli altri, Maria Consagra, Stefania Trivellin, Roberto Lun, Raffaella Giordano e Carolyn Carlson). Dal 2009 collabora con il Piccolo Teatro di Milano in qualità di regista assistente di Carmelo Rifici per gli spettacoli Gabbiano, Visita al padre, Giulio Cesare, Nathan il saggio, Dettagli, I Pretendenti, Il Gatto con gli stivali. Ha lavorato come regista assistente anche per altri prestigiosi teatri, tra cui LAC – Lugano Arte e Cultura, INDA – Instituto Nazionale Dramma Antico di Siracusa, Teatro Eliseo di Roma, Teatro Stabile del Veneto, Teatro Stabile di Bolzano. Dal 2007 al 2013 è uno dei registi del progetto Connections del Teatro Litta di Milano sulla drammaturgia contemporanea per adolescenti in collaborazione con il National Theatre di Londra. Come interprete ha lavorato con Carmelo Rifici, Antonio Syxty, Compagnia Rodisio, Serena Marossi, Studio Azzurro, Societas Raffaello Sanzio.

Lo spazio delle relazioni

Date:
Dal 06/05/2017
al 06/05/2017
Giorni e orari spettacolo:
1