Cerca

L’AMMORE NUN’È AMMORE

30 sonetti di Shakespeare traditi e tradotti da Dario Jacobelli

con Lino Musella e Marco Vidino (cordofoni e percussioni)

una produzione Elledieffe

Dario Jacobelli, poeta napoletano scomparso prematuramente nel 2013, dedicò negli ultimi anni della sua vita alla traduzione in napoletano e al tradimento, come amava definirlo, dei sonetti di Shakespeare. Non aveva scadenze, non doveva rispettare le indicazioni o correzioni di nessun editore. Per committenti aveva i suoi amici più cari ai quali dedicava ogni sua nuova traduzione. Come un esercizio spirituale, un gioco puro. I sonetti sono battute senza personaggio e nella traduzione di Jacobelli il paradosso sta proprio nel restituire una teatralità ai versi del grande drammaturgo. Il suo napoletano attinge da una lingua teatrale e letteraria passando dalle contaminazioni contemporanee che vanno dallo slang al linguaggio di strada.

L’AMMORE NUN’È AMMORE

Date:
Dal 29/10/2017
al 29/10/2017
Giorni e orari spettacolo: