H2io

con Dario Natale

supporto drammaturgico Luca Vittorino

supporto sonoro Michelangelo Mercuri

luci Pasqualino Truzzolillo

comunicazione Valeria e Domenico D’Agostino

foto Valentina Procopio

si ringrazia per l’accompagnamento Mariano Dammacco ed i Quotidiana.com

una produzione Scenari Visibili Compagniateatro

H2io è un punto di vista da cui mirare un paesaggio interiore, un affacciarsi da una finestra lasciata chiusa dal tempo e che un soffio di vento ha riaperto, è una immersione, un fotogramma, un oggetto e, aldilà di essi, un passare trai rulli di una revisione forse obbligatoria, cercando dell’umano, un rinnovato impatto ambientale; in un presente sempre più avaro di consapevolezza, di silenzio, di comprensione, ci è parso utile cercare un senso, il senso dello scorrere, per provare a comprendere finalmente, l’utilità di esistere. H2io è l’ immagine fluttuante di più generazioni, ci siamo posti ad osservare un tempo, accorgendoci di non avere tempo, troppe velocità condizionano il confronto, resta l’assenza di appigli ed il vuoto dietro la superficie patinata dei banner pubblicitari che nascondono un non finito di emozioni e sentimenti, di azioni e sguardi. Si crede nella vita di percorrere un cammino, sia esso accidentato o pianeggiante, che porti perlomeno ad uno stato di quiete, di serenità essenziale, ma durante il tempo dell’incertezza, molti cammini si interrompono, lasciandoti incredulo ed incapace di reagire, in questo c’è spazio per scoprire nuove fratellanze, per potare i rami secchi e dare forza al tronco del dialogo, come unico rimedio del fallimento condiviso, H2io è la storia di un uomo costretto a tornare sui propri passi, che vuole rinascere guardandosi intorno, per comprendere i motivi di una nuova appartenenza, lontana da condizionamenti e paure ma vicina al mare che unisce, che getta ponti che non crollano, perché non costruiti dall’uomo, ma per l’uomo.

Scenari Visibili nasce sul finire degli anni ottanta con il Cafè Bagarre, primo centro sociale per le Arti in Calabria, divenuto poi HartaMotus ed ExHarta. Compagnia di teatro impagina la rassegna RICRII, premio danzaedanza 2010, per la diffusione della Giovane Danza d’Autore, Residenza Teatrale Ligeia riconosciuta dalla Regione Calabria dal 2012, collabora con: Davide Iodice, Gianfranco Berardi, Babilonia Teatri, Timpano-Frosini, Max Maccarinelli, Daniele Albanese-Stalk, Luna Paese, Cèsar Brie, Saverio Tavano.

H2io

Date:
Dal 18/11/2018
al 18/11/2018
Giorni e orari spettacolo:
18 novembre 2018 ore 19:00